I Mac smarriti dovrebbero
sempre tornare a casa

I furti di laptop avvengono più spesso di quanto tu possa pensare. Di seguito ti presentiamo alcune storie vere di persone che hanno recuperato i loro Mac rubati grazie alla funzione Antifurto di MacKeeper.

Storia vera 1 Storia vera 2

Guarda quali sono i 5 luoghi in cui più frequentemente
sono stati rubati o persi laptop:

Bagagliaio di un auto

Appartamenti

Ufficio

Sala di attesa di un aeroporto

Locali di riposo sul luogo lavoro

Recuperare un laptop smarrito o rubato è possibile

Per recuperare un dispositivo smarrito è fondamentale agire immediatamente.

Ogni settimana riceviamo decine di messaggi di ringraziamento dai nostri utenti che hanno recuperato i loro laptop smarriti o rubati seguendo questi semplici passaggi:

Con un po' di fortuna e l'accortezza di installare un'applicazione come MacKeeper con un Antifurto che ti aiuti a localizzare il dispositivo smarrito, è possibile recuperare i laptop smarriti o rubati.

  • 1Accedi al tuo
    account MacKeeper™.

  • 2Apri la
    scheda Antifurto.

  • 3Fai clic su "Report stolen
    computer"
    [Segnala computer rubato] per comunicarci
    che il tuo Mac è stato
    rubato.

Lo sapevi?

La collaborazione con il Servizio di geolocalizzazione di Google e il Servizio di mappatura Web di MapQuest consente ad Antifurto di MacKeeper™ di identificare la posizione di un computer rubato in modo più accurato e addirittura di rilevare le reti Wi-Fi e gli indirizzi IP utilizzati.

Storia vera n. 1

Una vacanza non rovinata

Ecco un esperienza reale di un furto di laptop descritta da Claudio Oliver, un assistente sociale che vive e lavora in Brasile. Come molte persone, utilizza il suo computer come strumento di lavoro tutti i giorni.

Nel giugno 2013 lui e la sua famiglia partirono per le vacanze. Una volta tornati a casa andarono a dormire. Lasciarono tutti i loro oggetti personali, inclusi laptop e fotocamere, sparsi per casa. Nel cuore della notte i ladri entrarono e rubarono tutto.

Negli Stati Uniti viene rubato un laptop ogni
53 secondi

— Rapporto Gartner Group

Storia vera n. 2

Perso ma non dimenticato

Il giornalista sportivo Øystein Vik del Bergens Tidende (Norvegia) era appena tornato da una
vacanza con la famiglia nel sud della Norvegia, quando gli è stato sottratto il suo Mac.

Vik aveva appena messo piede fuori dall'aeroporto e stava per caricare i bagagli in macchina
quando è successo il fatto.

Mi sono girato solo per un secondo e un ladro ha afferrato la borsa con il mio Mac ed è scomparso. Sono stato veramente sfortunato, ha dichiarato Vik. Nella borsa rubata c'erano anche guanti, un cappello e delle cuffie, oltre al suo computer portatile MacBook.

La prima cosa che ha fatto è stata collegarsi a Internet da un altro computer e accedere al proprio account per segnalare il furto del Mac.

Il ladro del computer non si è connesso a Internet immediatamente, quindi Vik ha denunciato il furto alla polizia e alla compagnia di assicurazione il lunedì. Poi, il mercoledì, ha visitato di nuovo il suo account per controllare se si era verificata qualche attività. Ed ecco la sorpresa! Il ladro aveva effettuato l'accesso a Internet tre volte e Vik aveva ricevuto cinque immagini scattate dalla webcam. Le foto erano nitide e l'uomo era ben riconoscibile, soprattutto in una delle immagini che sembrava una vera e propria foto segnaletica.

"Ho un programma chiamato MacKeeper dotato di una funzione antifurto, quindi, dopo averlo attivato, tutto quello che ho dovuto fare è stato aspettare che il ladro si collegasse a Internet", ha affermato Vik. Quando il programma viene attivato, utilizza la webcam per scattare foto della prima persona che accede al Web. Oltre all'immagine del ladro, è possibile identificare l'indirizzo fisico, l'indirizzo IP e persino il nome della rete wireless utilizzata dal ladro.

Raccontaci la TUA storia! Visita la nostra pagina di Facebook, parla con il nostro team sul campo, inviaci un'email e diventa parte della famiglia felice di proprietari di MacKeeper™!